Istituto Comprensivo di via Monginevro

Via Monginevro, 1 -20862 - Arcore (MB) - Tel. +39 039 6013838 - Fax +39 039 617991
Email: mbic8bq00l@istruzione.it - PEC: mbic8bq00l@pec.istruzione.it
Codice Meccanografico: MBIC8BQ00L - Codice Fiscale: 87003610158

Progetto Piedibus

L'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) chiama l'inquinamento atmosferico presente nelle città di tutto il mondo "Il killer silenzioso".

L'imputato principale e più pericoloso sono le PM10, microparticelle con un diametro inferiore a 10 micrometri prodotte dall'attività umana: impianti di produzione dell'energia elettrica, installazioni industriali e traffico automobilistico.

Le "polveri sottili" che compongono le PM10 sono particolarmente insidiose perché difficilmente possono essere filtrate e dopo essere penetrate nei polmoni, a causa della loro dimensione, riescono ad affluire nel sangue in modo quasi immediato portando, soprattutto nei bambini, malattie respiratorie come asma, polmonite e varie altre infezioni respiratorie mentre nel feto sono causa di peso insufficiente alla nascita.

Una città sana è una città cosciente del fatto che la salute è una questione che riguarda le politiche cittadine e che pone tra i propri obiettivi quello di consentire alle persone di esercitare un maggior controllo sulla propria salute per migliorarla e conseguire uno stato di completo benessere, una città che si impegna a lavorare in direzione del proprio miglioramento
I soggetti coinvolti
Per il raggiungimento degli obiettivi della Salute per Tutti il Progetto Città Sane prevede il coinvolgimento di tutti i soggetti operanti sul territorio (istituzioni, associazioni, categorie economiche) nella definizione e realizzazione di un piano di lavoro comune e coordinato. 

Il ruolo del cittadino
I singoli cittadini sono soggetti attivi nella realizzazione del Progetto. Essi determinano lo stato di salute della città attraverso le proprie scelte di stili di vita e l'uso che fanno dei servizi e, in termini più ampi, esprimendo opinioni che influenzano le decisioni politiche e direttive, lavorando nelle organizzazioni di volontariato, nei gruppi di auto-aiuto e nelle associazioni.
Pensare globalmente ed agire localmente: i grandi cambiamenti avvengono sempre con le piccole azioni di ciascuno.
Perché il ruolo dei cittadini/bambini sia davvero decisivo nella protezione dell'ambiente bisogna innanzi tutto promuovere attività di educazione e informazione e azioni tese a promuovere il senso di appartenenza all'ambiente stesso. 

Il progetto “PIEDIBUS” si propone come una azione innovativa e promozionale che, attraverso la partecipazione di bambini, genitori, insegnanti e amministratori:

  • coinvolga attivamente i bambini, educandoli e stimolandoli alla mobilità sostenibile;
  • promuova l'autonomia dei bambini nei loro spostamenti quotidiani e nei processi di socializzazione tra coetanei;
  • consenta uno sviluppo armonico psico-fisico dei più piccoli;
  • favorisca il ricorso al lavoro socialmente utile di persone anziane (nonni) e del mondo del volontariato per vigilare e accompagnare i bambini durante il percorso casa-scuola;
  • favorisca la nascita di una rete di genitori al fine di coordinare le azioni di vigilanza e controllo durante i percorsi casa-scuola, scambiare le reciproche esperienze, stemperare le paure e le preoccupazioni per la sicurezza dei bambini, individuare forme di assicurazione e tutela per le responsabilità di genitori e insegnanti circa l'obbligo di vigilanza sui minori al termine delle attività scolastiche;
  • migliori il livello di fruibilità e di accessibilità per l'infanzia del territorio e in particolare delle aree verdi;
  • stimoli l'intervento delle istituzioni pubbliche per completare il raccordo delle piste ciclabili esistenti in città, per accrescere l'area dei percorsi pedonali e delle aree verdi accessibili al pubblico;
  • promuova azioni per realizzare e potenziare aree e spazi verdi adatti ai bambini con forme di controllo e protezione solidale;
  • riduca gli inquinanti atmosferici;
  • riduca il rischio di patologie da esposizione a fattori inquinanti;
  • elimini la fase delle emergenze ambientali sviluppando progetti per una mobilità urbana ed extraurbana sostenibile;

Si pubblica il progetto completo, il dettaglio dei percorsi e il modulo di iscrizione:

PARTECIPATE NUMEROSI!